Tutto ciò che devi sapere sulle cucine!

Come pulire il Forno

Rimedi naturali per pulire il Forno

Pulire il forno non è certo una cosa piacevole, soprattutto quando si formano incrostazioni, macchie di bruciato, grasso e tracce di unto all’interno del forno. In questo caso è proprio ora di fare una bella pulizia!

Come si pulisce il forno? Se hai sempre utilizzato prodotti chimici per pulire il forno di casa è giunto il momento di cambiare strategia. Questi prodotti sono si efficaci, ma anche molto inquinanti e pericolosi per la salute perché durante l’utilizzo possono essere inalati e se non vengono rimossi perfettamente dalle superfici del forno possono intaccare i cibi durante le prime cotture dopo la pulizia. Perciò consigliamo di utilizzare prodotti naturali per pulire e sgrassare il forno come il bicarbonato o il limone perchè non inquinano e sono altrettanto efficaci.

Come pulire il forno incrostato senza detersivi

Pulire il forno con il limone. Per pulire e disincrostare il forno con i limoni basta prendere due limoni, tagliarli a metà e sfregarli energicamente sulla superficie interna del forno. Fatto questo accendere il forno a 180 gradi per 30 minuti. Dopo che il forno si sarà raffreddato pulire utilizzando una spugnetta e le incrostazioni verranno via molto facilmente.

Pulire il forno con il bicarbonato. Un’altro metodo efficace è utilizzare acqua e bicarbonato. Sciogliere in una bacinella 50 grammi di bicarbonato in 500 ml di acqua. Riscaldare il forno e quando avrà raggiunto una temperatura tiepida, prendere la bacinella e con una spugna morbida, imbevuta nella soluzione, tamponare le pareti. Lasciare agire qualche minuto e poi ripetere l’operazione. Infine sciacquare con acqua tiepida e asciugare con un panno in microfibra.

La pulizia dei forni di ultima generazione

Pulizia Pirolitica del Forno

La pirolisi è un processo che consente la carbonizzazione dei residui sporchi tramite l’impiego del calore. Nei forni dotati di tale funzione il processo di surriscaldamento interno consente di elevare la temperatura fino a raggiungere i 426 °C. A questa temperatura tutti i residui della cottura vengono polverizzati. Al termine del ciclo basta raccogliere le ceneri, che sedimentano sulla base della cavità del forno, con l’ausilio di un panno umido. Questo metodo per pulire il forno diminuisce l’impatto ambientale non utilizzando prodotti chimici e fa risparmiare tempo in cucina, in quanto una volta impostata si gestisce autonomamente. Il forno pirolitico è strutturato per l’elevato calore, perciò non c’è nessun pericolo per i mobili della cucina ad esso circostanti. Durante la fase di riscaldamento, raggiunta una determinata temperatura entra in funzione un meccanismo che blocca l’apertura dello sportello, ed il calore rimane all’interno della cavità forno. Lo sportello del forno rimane in una soglia di calore, solitamente entro i 60°C, al cui tocco si riscontra il calore ma, non tale da potersi scottare.


Pulire il forno con la forza del vapore

In commercio esistono alcuni forni che hanno questa funzione. In questo caso specifico si chiama Diamond Clean Technology, è una tecnologia esclusiva di alcuni forni Hotpoint che utilizza la forza del vapore per pulire il forno senza l’uso di detergenti chimici e utilizzando solo 1 bicchiere e mezzo di acqua. L’intera cavità ha uno speciale rivestimento con proprietà pulenti, che si attivano durante il ciclo di pulizia a vapore, alla temperatura di 90° in soli 35 minuti. Questa soluzione garantisce un notevole risparmio di energia e rispetta l’ambiente. Lo sporco viene ammorbidito e trasformato in modo tale che, alla fine del ciclo, può essere rimosso con un panno umido.

Elettrodomestici